La piazza …. Garibaldi fu ferita….

piazza garibaldi1 Della situazione attuale ne è al corrente l’amministrazione che, per amor del vero, ha ereditato il degrado dalla precedente ma che continua ad ignorarla. La pavimentazione in pietra lavica, sconnessa in diversi punti della piazza, è stata rovinata dai lavori eseguiti male da AcquaEnna per il rifacimento della rete idrica. La precedente amministrazione, dopo le varie segnalazioni dei cittadini e dopo numerose cadute che hanno coinvolto piazzesi e turisti, con alcuni di essi che a causa di rovinose cadute hanno dovuto fare ricorso alle cure mediche in ospedale, aveva sollecitato l’Ente che aveva eseguito i lavori della nuova rete idrica ad intervenire con la massima urgenza nel ripristino, in maniera adeguata della pavimentazione, così da scongiurare il pericolo di cadute. Lavori in effetti poi eseguiti da AcquaEnna, ma che non hanno soddisfatto appieno le aspettative. Si parla della piazza Garibaldi, cuore pulsante del centro storico e non di una anonima piazzetta di periferia. Nel tempo in numerosi posti della città è stato effettuato qualche timido sopralluogo da parte degli enti interessati (comune, responsabili dei quartieri e società esecutrice dei lavori ) ma poi passata la ricognizione il nulla. Ma la piazza Garibaldi NO, non può rimanere così. Piazza Armerina non merita questo! Merita ben altro, considerando che è visitata annualmente da turisti, grazie al suo centro storico (anche se in abbandono) e alla zona archeologica della Villa Romana. L’abbandono e il degrado la fanno da padroni a Piazza Armerina, anche con l’attuale amministrazione. La parabola discendente verso l’oblio continua inesorabile e la notizia di un calo di presenze di turisti ne è una prova tangibile; basta osservare le scarse presenze in questo periodo di ferragosto. Ma questa è un’altra storia…

Piero Cancarè


Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile Dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina e-mail: info@orizzontisicilia.it