Differenziata: Regalbuto fa sul serio!

Nonostante le carenze dell’Ato di Enna, il Sindaco Francesco Bivona ha elaborato un progetto per attivare senza esitazione il servizio di raccolta differenziata porta a porta. Il metodo è la persuasione dei cittadini ma anche la repressione degli abusi.

francesco_Bivona2

Nella foto: Il Sindaco Francesco Bivona

Continua con forza l’azione dell’Amministrazione Comunale di Regalbuto sulla promozione della Raccolta differenziata. Dopo l’ordinanza del giugno 2013 e l’avvio della raccolta, l’informazione porta a porta ha permessodi raggiungere percentuali superiori al 50%, fino a punte del 63% prima della fine del 2013.

«L’emergenza di un sistema da tempo al collasso, quale l’Ato di Enna, ormai ritenuto peggior esempio in Sicilia nella gestione del rifiuti, – dichiara il Sindaco di Regalbuto Francesco Bivona – ci ha spinti a prendere una drastica decisione sollecitando la raccolta differenziata con ampia partecipazione dei cittadini ed un crescendo continuo del senso civico. Molte le azioni correttive che abbiamo inserito nel corso di questo anno, cercando di migliorare il servizio, e spostando il controllo del servizio verso una gestione diretta del comune, che vedrà il suo completamento con l’attivazione dell’Aro, Catenanuova, Centuripe e Regalbuto».. L’amministrazione di Regalbuto ha messo a punto un progetto (denominato RD 2.0) che somma diverse azioni sulla raccolta, da una nuova promozione del servizio, alle premialità per chi conferisce in CCR e riceve in cambio sgravi e servizi gratuiti, fino alla video sorveglianza per attuare una forma stringente di controllo con multe per i trasgressori. «Il progetto che sta partendo – continua il Sindaco Bivona – prevede anche un miglior controllo del territorio per educare il cittadino a non conferire fuori dai cassonetti. Quaranta multe sono state elevate nel corso degli ultimi giorni attestando la presenza di un fenomeno limitato ma ripetuto che va fermato. Molto potranno fare i cittadini segnalando gli abusi. Nel prossimo futuro diminuiremo il numero dei cassonetti che serviranno soltanto per i cittadini che vivono lontano dal centro abitato e non hanno il servizio porta a porta. Per rafforzare il controllo abbiamo posizionato nuove telecamere per il controllo del territorio ma vengono effettuati servizi di appostamento da parte della Polizia municipale per favorire la dissuasione di coloro che con comportamenti scorretti deturpano il decoro urbano».


Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile Dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina e-mail: info@orizzontisicilia.it