La Dea chiusa per topi

Pioggia di critiche e profonda delusione da parte di numerosi turisti sulla disorganizzazione dei siti archeologici di Piazza Armerina e di Aidone. Oggi il principale motivo di lamentela – secondo quanto denunciato da un gruppo di turisti proveniente da Desenzano (Lombardia ) e da alcuni francesi – è il biglietto unico Villa Romana del Casale – Morgantina: «Siamo rimasti molto delusi dalla scarsa organizzazione riscontrata nei due siti – afferma in coro il gruppo di turisti – lo scorso 13 luglio siamo andati a visitare la Villa Romana del Casale e ci hanno imposto un biglietto unico del prezzo di 14 euro che comprendeva anche la visita al museo di Aidone e l’accesso ai resti di Morgantina. Dopo la visita ai Mosaici ci siamo spostati ad Aidone e con nostro grande sgomento abbiamo trovato il museo chiuso. Davanti al portone c’era attaccato un avviso che informava che il sito quel giorno sarebbe rimasto chiuso per derattizzazione. Nessuno ci aveva avvisato di questo inconveniente per cui siamo stati costretti a pagare 14 euro per il biglietto unico, ma abbiamo potuto visitare solo la Villa di Piazza Armerina. Se questa la chiamano organizzazione, ne faranno di strada i beni culturali della Sicilia!». Questo è solo l’ultimo eclatante episodio di una stortura organizzativa e di una decisione che non è piaciuta a nessuno. L’istituzione del biglietto unico Villa Romana – Morgantina è riuscita a scontentare tutti: tour operator, turisti e cittadini. La Villa Romana del Casale e la Dea di Morgantina aspettano tempi migliori. Pioggia di critiche e profonda delusione da parte di numerosi turisti sulla disorganizzazione dei siti archeologici di Piazza Armerina e di Aidone. Oggi il principale motivo di lamentela – secondo quanto denunciato da un gruppo di turisti proveniente da Desenzano (Lombardia ) e da alcuni francesi – è il biglietto unico Villa Romana del Casale – Morgantina: «Siamo rimasti molto delusi dalla scarsa organizzazione riscontrata nei due siti – afferma in coro il gruppo di turisti – lo scorso 13 luglio siamo andati a visitare la Villa Romana del Casale e ci hanno imposto un biglietto unico del prezzo di 14 euro che comprendeva anche la visita al museo di Aidone e l’accesso ai resti di Morgantina. Dopo la visita ai Mosaici ci siamo spostati ad Aidone e con nostro grande sgomento abbiamo trovato il museo chiuso. Davanti al portone c’era attaccato un avviso che informava che il sito quel giorno sarebbe rimasto chiuso per derattizzazione. Nessuno ci aveva avvisato di questo inconveniente per cui siamo stati costretti a pagare 14 euro per il biglietto unico, ma abbiamo potuto visitare solo la Villa di Piazza Armerina. Se questa la chiamano organizzazione, ne faranno di strada i beni culturali della Sicilia!». Questo è solo l’ultimo eclatante episodio di una stortura organizzativa e di una decisione che non è piaciuta a nessuno. L’istituzione del biglietto unico Villa Romana – Morgantina è riuscita a scontentare tutti: tour operator, turisti e cittadini. La Villa Romana del Casale e la Dea di Morgantina aspettano tempi migliori. 

Piero CancarèDea Madre (Museo Archeologico Regionale di Aidone)


Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile Dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina e-mail: info@orizzontisicilia.it