La Corrida di Miroddi

Piazza Armerina: Una bellissima estate sottolineata anche dal famoso giornale Eva 3000.

Trilussa fa il suo resoconto degli spettacoli messi in scena dal mattioddi e dalla sua corte.

Miroddi2

Filippo Miroddi

Dire che è stata una estate triste è davvero un eufemismo riduttivo che non rende giustizia all’amara realtà.

È vero che questa estate è stata davvero anomala da un punto di vista meteorologico e che c’è la crisi economica ma tutti hanno potuto notare il vuoto pneumatico dell’azione amministrativa, povera di contenuti e di progettualità, incapace persino di copiare low cost le idee degli altri comuni virtuosi.

Eravamo già ad agosto che ancora non vi era traccia del programma dell’estate armerina, un tempo il momento focale del turismo del centro abitato armerino.

Nessuno sapeva quali fossero le iniziative (anche le poche di rilievo o quanto meno meritevoli di considerazione), quali spettacoli, a che ora e chi li avrebbe messi faticosamente in scena.

Quello del Quartiere Monte saltava perché non veniva fornito il punto luce ove attaccare la corrente per l’impianto elettrico della strumentazione.

Nessuna pubblicizzazione su portali o siti turistici (che cosa sono?)

Nessun manifesto in città ne tanto meno nei comuni del vicinato (mica a Erice, Taormina, Siracusa, Agrigento, Cefalù!).

Come si dice a Piazza: SPETTACOLO!!!!!

Ma i cantori medievali di corte si adirano se qualcuno si lagna ed evidenziano la qualità delle serate medievali che hanno arricchito il già cospicuo carnet di eventi culturali e ricreativi del programma armerino

Putenza di gebbia!!!!

Du scecchi e quattru pezze di formaggio con carretto di drappi colorati per loro sono serate medievali…

A vogliaaaaaa!

Mattioddi pensa (si fa per dire…) che il suo reame sia infarcito di caproni senza arte ne parte, gente rozza che non ha mai messo il naso al di la della Bellia e quindi priva delle conoscenze di altre realtà (veramente) TURISTICHE…

Ma la giunta mattioddi si è impegnata allo spasimo (….SUDURI…) è tutti i suoi acquisti li ha fatti sfilare nel carosello del Palio dei Normanni o meglio, di quella copia sbiadita ed irriguardosa, di una kermesse che si fatica a definire Palio dei Normanni.

Mattioddi si è persino esibito in tandem in scatenati balli di liscio in Piazza Garibaldi e finanche in spettacoli (che volevano essere) ironici, dove gli unici a ridere erano Mattioddi e la sua corte dei miracoli…

Tristezza e desolazione…

È il nuovo che avanza … (MINCHIUNI!!!) si chiama consapevolezza del proprio stato comatoso che mattioddi (pur di regnare) vorrebbe divenisse irreversibile …

A vogliaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

Ma mattioddi e la sua ciurma non sono mai paghi e quindi si preparano al gran finale..

Dopo il clamoroso insuccesso del finto cantante napoletano, unanimemente e trasversalmente ritenuto “poco medievale”, la giunta mattioddi ha incaricato i suoi “e-sperti” di progettare la mossa del ragno finale…

Qualcosa che, come la Telefunken di una volta, ci stupisse con i suoi effetti speciali

Chiameranno qualche artista di successo chiedendogli di spendere il suo nome per la città?

Ma che idee retrograde!

Chiederanno a qualche gruppo finanziario o economico di sposare il restauro di qualche monumento della città?

Cose già viste…!!!

Supplicheranno uno Sgarbi qualsiasi di inventarsi una iniziativa culturale che richiami artisti, giornalisti, scrittori che si passeranno il testimone all’interno di una città che vuole davvero investire sulla cultura e sul turismo?

Giammai la cultura!!!

Giammai sviluppo economico e sociale!!

Solo sulle macerie loro possono continuare a regnare…

Allura!…

Gli e-sperti di corte hanno partorito l’idea fantasmagorica dell’anno!

Anzi del decennio, anzi del millennio, facciamo di sempre e non ne parliamo più!!!

LA CORRIDA DI MATTIODDI!!!

Minchiuni al quadrato!!!!!!!

Un intonatissimo sindaco con la fascia tricolore in mano si esibirà napoletanamente con “Non son degno di te… non ti merito più …”

L’assessora, con tanto di caschè biondo, canterà “Nessuno mi può giudicare nemmeno tu…

SuperMattia (con tanto di vestito con la S di Superman e la M di Mattia, scolpite in bella evidenza sul davanti, fulgido mantello rosso sulle possenti spalle e due frecce incendiarie in mano) sfrutterà i venti e le correnti ascensionali per sorvolare e vigilare sulla città, canticchiando ad libitum “Meno male che Mattia c’è”.

Infine la coppia dei due assessori senza portafoglio, darà vita ad un mini spettacolo, assumendo le vesti di una cover band degli “ZERO ASSOLUTO” di cui, sottovoce e senza mai gridare, sibileranno tutto il repertorio….

La gente andrà in delirio, le giovani donne, stimolate dalle ancelle medievali di corte, intoneranno canti berberi e, nel frattempo, tutti i restanti notabili, all’unisono con voce baritonale, accompagneranno il gran finale con canti monastici MEDIOEVALI….

Stratosfericamente: A VOGLIAAAAAAAAA!!!

Una estate armerina che all’insegna della rassegnazione e dell’autoflagellazione avrà così il suo gran finale.

Come si dice con arcaico francesismo Piazzese: “autru ch Minchia …!!”

Mentre noi per qualche minuto ridiamo, c’è chi brandeggia il populismo contro Enna o pro Cetto la qualunque ma soprattutto chi nell’ombra sfodera comunque la lingua in direzione della mattioddi band, che si regge in modo fiacco e claudicante e che se davvero avversata si sbriciolerebbe in un baleno.

Chissà che dopo tanta ombra possa ritornare la luce?

A vogliaaaa!!!

Trilussa


Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile Dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina e-mail: info@orizzontisicilia.it