Controllo interforze, per contrastare la criminalità

Nella notte del 28 novembre u.s., è stato effettuato un controllo interforze, operato di concerto tra Polizia di Stato, Polizia Stradale, Guardia di Finanza ed Arma dei Carabinieri, tipologia di intervento voluta dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza per contrastare, soprattutto nei territori esterni ai centri urbani, quelle fattispecie di reato che destano maggiore allarme sociale.

Sul territorio di Nicosia, in particolare, il servizio interforze è stato disposto dal Questore dott. Ferdinando Guarino ed ha sinora portato ad eccellenti risultati, soprattutto di carattere preventivo, con l’identificazione di oltre 250 persone solo nell’ultimo mese.

Nel corso di tale attività, mirata alla prevenzione ed alla repressione dei reati nel territorio di Nicosia, gli operatori fermavano un cittadino di nazionalità rumena il quale, privo di documenti, non sapeva fornire valide giustificazioni sul motivo per cui si trovasse sul territorio nicosiano.

Condotto presso gli uffici per le procedure identificative, si appurava come il soggetto, con numerosi precedenti, provenisse da Palermo alla guida di un veicolo risultato provento di furto.

Lo stesso, inoltre, era destinatario di un decreto di allontanamento dal territorio dello Stato sin dal mese di luglio.

Si procedeva quindi alla denuncia per il reato di ricettazione ed alle procedure per ottemperare al decreto di allontanamento.

GS


Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile Dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina e-mail: info@orizzontisicilia.it