Cade da lettiga e muore. Procura Enna indaga su un medico e tre paramedici del Pronto soccorso

 

 

 

 

 

LETTIGA

Villapriolo. E’ stato il medico legale Giuseppe Ragazzi, designato dal pm Fiammetta Modica a effettuare ieri nella sala autoptica dell’ospedale «Umberto I», l’autopsia sul corpo di Angela La Placa, l’insegnante di 77 anni di Villapriolo, cardiopatica, deceduta al pronto soccorso ennese dopo essere caduta da una lettiga e battendo pesantemente la testa e le spalle. Sugli esiti dell’autopsia si dovrà aspettare almeno un mese. L’autopsia è stata eseguita alla presenza della dott. Angela Greco designata come medico parte dai famigliari di Angela La Placa su suggerimento del medico di famiglia e dell’avvocato Erminio Cimino.
Intanto la Procura di Enna ha iscritto un medico e tre paramedici del reparto di Pronto soccorso dell’Umberto I, nel registro degli indagati per la morte dell’insegnante di scuola materna. Si tratta di un atto dovuto, così come avviene in casi come questo. I quattro dipendenti dell’Umberto I hanno designato come proprio difensore l’avvocato Marco Di Dio Datola. Ovviamente anche quest’ultimo Datola ha nominato una consulente medico per assistere per conto dei quattro indagati all’esecuzione dell’autopsia. Si tratta della dott. Francesca Santamaria. L’obiettivo dell’autopsia è quello di dare le maggiori risposte possibili sulle cause della morte dell’insegnate. Si vuole sapere se c’è stata incuria nell’assistenza all’insegnante oppure la morte è avvenuta per cause naturali.
Il figlio di Angela La Placa, Antonio Napoli, è deciso ad andare avanti perché vuole conoscere la verita sulla morte della mamma, tenuto anche conto che lo stesso l’ha assistita per quasi quindici ore e si è lamentato del fatto che non c’è stata la giusta assistenza medica. L’uomo peraltro aveva già sottolineato al personale ospedaliero che la madre era cardiopatica e aveva la necessità di prendere delle medicine, per cui questa vicenda potrebbe configurarsi in un episodio di malasanità.

 


Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile Dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina e-mail: info@orizzontisicilia.it