Anziana donna derubata di una part dell’oro che aveva a casa. Indagano i Carabinieri.

Il periodo natalizio, purtroppo, è da sempre costellato dalla consumazione di reati contro il patrimonio poiché parecchi delinquenti cercano di recuperare denaro contante in vista delle imminenti festività.

Ad Aidone un’anziana donna è stata derubata di una parte dell’oro che deteneva a casa da parte di tre donne, dell’apparente età di 35/40 anni, siciliane, presentatesi quali medici e funzionari I.N.P.S. per poter accedere nell’abitazione della malcapitata. Due ladre sono entrate in casa mentre una è rimasta a bordo dell’auto, un’utilitaria di colore grigio. Una volta dentro le ladre hanno utilizzato lo stratagemma della visita medica, una truffa ricorrente, chiedendo una banconota da 50,00 Euro o monili in oro.

L’ignara anziana aidonese ha prelevato dell’oro da uno scrigno e lo ha mostrato alle due che, riferendole di dover scendere in auto a prendere altri attrezzi da lavoro, sono fuggite vie dileguandosi per le vie cittadine, a bordo della citata autovettura di colore grigio condotta dalla terza complice.

Si invitano tutti i cittadini a diffondere la notizia che né medici, né funzionari I.N.P.S. si recano ad effettuare visite a domicilio chiedendo denaro contante o monili in oro e prima di fare dei controlli nelle case, sono soliti affiggere degli avvisi nel palazzo.

Si ricorda purtroppo che sono numerosi i casi registrati in cui le truffatrici si presentano alla porta di persone anziane e, con la scusa di dover controllare la posizione pensionistica o contributiva, o ancora per controllare il contatore del gas o della luce, raggirano le persone facendosi consegnare soldi o sottraendo beni o altre cose di valore.


Testata giornalistica registrata con il n. 45 del 6 ottobre 1983 del Tribunale di Enna. Direttore Responsabile Dott. Maurizio Prestifilippo

Via Roma 65 - 94015 Piazza Armerina e-mail: info@orizzontisicilia.it